small-logo320
small-logo550
Create
Connect
Promote

Login per i soci

Marchio di Ospitalità Italiana

Sempre più in crescita il turismo italiano in Giappone

Secondo i dati resi noti dall’Ambasciata del Giappone, da gennaio a ottobre dello scorso anno i turisti italiani che si sono recati nella terra del Sol Levante sono stati 56.248, facendo registrare un aumento del 33.2% rispetto al 2012. Il dato è sorprendente se si pensa che nel primo semestre del 2013, il flusso di turisti italiani è stato maggiore rispetto ai dati registrati prima del terribile tsunami del 2011. Il fascino turistico del Giappone infatti, sembra essere stato danneggiato solo in parte dal disastro nucleare di Fukushima; una volta scongiurato il pericolo radiazioni, sono sempre più numerosi gli italiani che decidono di trascorrere le loro vacanze in un paese che fino a pochi anni fa era ancora stigmatizzato all’interno degli stereotipi culturali di sushi e samurai. Ritenuta erroneamente una meta troppo costosa, il Giappone sta diventando anche uno dei paesi prediletti dalle giovani coppie per trascorrere la luna di miele; non a caso, per rispondere a tale richiesta, sono in costante aumento le agenzie di viaggio dedicate esclusivamente all’organizzazione di tour verso l’arcipelago (soprattutto nelle città di Roma e Milano).

La curiosità degli italiani nei confronti del Giappone è aumentata anche grazie alle numerose iniziative dell’Ente Nazionale del Turismo Giapponese (JNTO) che ad esempio, proprio all’inizio dell’anno, ha lanciato un concorso per spingere i turisti italiani a visitare il paese attraverso le suggestioni della gastronomia nipponica la quale, nel dicembre scorso, è stata inserita nel patrimonio Unesco dei beni immateriali. Il numero totale dei partecipanti ha superato ogni aspettativa (17.603 totali, dati JNTO) e i vincitori del concorso si sono potuti aggiudicare biglietti aerei e tour gastronomici per il Giappone, voucher alberghieri, ma anche corsi di ikebana, sumie e coupon per cenare nei pochi veri ristoranti giapponesi presenti in Italia.

Ma quali sono le attrazioni che richiamano principalmente i nostri connazionali e, più in generale, i turisti di tutto il mondo? La capitale offre moltissimo agli appassionati di elettronica e di high tech, i quali possono approfittare di prezzi leggermente più accessibili rispetto al passato grazie ad una sensibile svalutazione dello yen. Anche la nuovissima Tokyo Sky Tree (634 metri), che con il suo observation desk permette di ammirare la metropoli dall’alto, è già divenuta una delle attrazioni turistiche più visitate della città.

Ma il Giappone non è solo Tokyo e molti italiani scelgono di trascorrere nella capitale solo qualche giorno, per proseguire poi verso il cosiddetto itinerario d’oro che li condurrà alla scoperta di Kyoto, detta anche la città dei mille templi, o di Osaka, considerata la capitale gastronomica del Giappone, oppure del mare cristallino delle isole di Okinawa.

Come spiega il Daily Mail, i visitatori internazionali in visita nell’arcipelago sono stati così numerosi da provocare una flight crisis nei cieli giapponesi: le compagnie aeree nipponiche si trovano costrette a denunciare la mancanza di personale dovuta all’invecchiamento dei piloti e reclamano il bisogno di reclutare nuovo personale, soprattutto in vista dei 20 milioni di visitatori che il paese prevede di ospitare entro l’anno delle Olimpiadi di Tokyo, il 2020.

ICCJ Brands

True Italian Taste

Joop banner​​

ICCJ Gala Dinner and Concert

Iscriviti alla nostra mailing list
* Campo obbligatorio
Iscriviti alla nostra mailing list
* Campo obbligatorio