ICCJ conferma che al momento, e a termine indefinito, le importazioni di prodotti contententi carne suina dall’Italia verso il Giappone sono sospese, a causa dell’epidemia di Peste Suina (PSA, ASF in inglese) che ha recentemente colpito il nostro Paese. Il blocco vale per tutti i tipi di carne suina, e vale anche per i prodotti provenienti da San Marino.

La scorsa settimana, il governo giapponese ha comunque reso pubblica la decisione di ammettere all’importazione i prodotti contenenti carne suina che siano stati confezionati e correttamente conservati entro il 13 dicembre 2021.

Al momento, anche considerando il presente stato dell’epidemia (ancora in corso) non sono note le tempistiche di rilascio della sospensione. Altri Paesi europei sono al momento sottoposti alle stesse misure restrittive, in particolare la Germania (dal settembre 2020) e la Polonia (dal febbraio 2014).

La Camera di Commercio Italiana in Giappone pubblicherà nuovi aggiornamenti solamente quando saranno resi pubblici e ufficiali.

Riferimento al documento del Ministero della Salute giapponese: https://www.maff.go.jp/aqs/hou/require/pdf/it_teishi_pork.pdf (in lingua giapponese), https://www.maff.go.jp/aqs/english/news/third-free.html