Da 2022-06-30 17:00 A 2022-06-30 18:30
Luogo: (ICCJ), Spazio eventi

All’interno del progetto True Italian Taste, ICCJ presenta una masterclass dedicata all’EVOO Italiano e ad Ercole Olivario, il concorso oleario più prestigioso in Italia.

Il concorso, nato da una riflessione avviata dal sistema camerale con i principali operatori del settore olivicolo, dal 1993 premia il valore dell’olio extravergine di oliva italiano d’eccellenza, con l’obiettivo di valorizzare un prodotto che riveste un ruolo economico e culturale di grande importanza nella produzione agricola italiana.

La masterclass prevede una degustazione degli oli vincitori della 30esima edizione del premio Ercole Olivario sotto la conduzione di Michiyo Yamada, giornalista e assaggiatrice certificata di olio e.v.o., insignita quest’anno del premio Leikithos, riservato agli “ambasciatori” dell’olio e della cultura dell’olio italiano di qualità all’estero.

Dettagli

Data: giovedì 30 giugno 2022

Orario: 17:00 – 18:30 (JST)

Dove: Camera di Commercio Italiana in Giappone (ICCJ), Spazio eventi

FBR Mita Building 9F, 4-1-27 Mita, Minato-ku, Tokyo 108-0073

Target: importatori, operatori del settore agroalimentare, media, influencer giapponesi

Ingresso: gratuito

Lingua: la masterclass si terrà in lingua giapponese

QUI il form di registrazione (giapponese)

Programma

– Saluti di apertura: Davide Fantoni, Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana in Giappone

– Descrizione del premio Ercole Olivario (sommelier Michiyo Yamada)

– Degustazione guidata, in presenza, degli oli vincitori della 30esima edizione del premio Ercole Olivario 2022

La masterclass è parte del progetto ministeriale True Italian Taste, realizzato nell’ambito del programma governativo “The Extraordinary Italian Taste”, che mira a valorizzare e promuovere il prodotto agroalimentare autentico italiano.

Il progetto si sviluppa in collaborazione con 41 Camere di Commercio Italiane all’Estero, in 27 Paesi del mondo, e vuole sensibilizzare il consumatore estero al consumo e all’acquisto consapevole del food 100% Made in Italy per contrastare il fenomeno dell’Italian Sounding, che utilizza impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che richiamano l’Italia per alimenti che di italiano hanno ben poco.